Apparato CB - Camper Club Enna

Camper Club Enna
Vai ai contenuti



  Diritti e Doveri     Apparato CB  

INFORMAZIONI UTILI SULL'APPARATO CB:

  
LA RICETRASMITTENTE CB, OVVERO IL "BARACCHINO"

Quando si viaggia in gruppo, un baracchino a bordo del proprio veicolo si trasforma in un comodo mezzo per rimanere in contatto con il resto della colonna, per essere informati sul percorso, sulle svolte effettuate, sul transito di altri mezzi provenienti nell'altro senso di marcia o sulla presenza di eventuali ostacoli, ma anche socializzare e per ricevere le più semplici note turistiche che, normalmente, vengono comunicate dal capocolonna o da altri. Dunque è uno strumento che, in caso di necessità o semplicemente per chiacchierare, diventa un fondamentale compagno di viaggio ed un'importante fattore di sicurezza.

COSA È LA RICETRASMITTENTE CB, ANCHE COMUNEMENTE DETTA "BARACCHINO"?

La ricetrasmittente CB, più semplicemente chiamata "baracchino", è un apparecchio che permette di trasmettere e ricevere informazioni vocali utilizzando una frequenza radio,
localizzata sui 27 MegaHertz. La frequenza è suddivisa in un certo numero di "canali" e pertanto, selezionando un determinato canale, due o più persone possono comunicare tra loro. Detto questo, appare ovvio che, per poter parlare fra due o più utilizzatori, questi devono essere sintonizzati sullo stesso canale. In questo modo, le informazioni trasmesse da un operatore vengono ricevute da tutte quelle persone all'ascolto sulla stessa frequenza; successivamente, ogni altro operatore avrà modo di poter parlare ed essere ascoltato da tutti gli altri.
Bisogna specificare che questi apparecchi non sono in grado di trasmettere in modalità "dual-band", ovvero non consentono di trasmettere e ricevere contemporaneamente come al telefono, pertanto occorre tenere presente che, mentre una radio trasmette le altre dovranno rimanere in ascolto per non generare "sovramodulazione", ovvero la sovrapposizione di segnale. Quindi, si parlerà alternativamente ed uno per volta, iniziando a trasmettere non appena si avrà un momento di "bianco", cioè nel momento in cui nessun'altro sarà in trasmissione.
Un sistema completo CB è composto da due elementi: la radio trasmittente e l'antenna; il budget di spesa raggiunge le poche decine di euro e l'installazione, molto semplice, può essere eseguita in autonomia, anche se inesperti.

CONCESSIONE MINISTERIALE PER L'UTILIZZO DILETTANTISTICO (NON PROFESSIONALE)

Per il regolare utilizzo della ricetrasmittente, occorre seguire preventivamente alcune pratiche burocratiche. Cominciamo con la distinzione delle apparecchiature possibili.
Gli apparati CB (Banda cittadina) e PMR (Personal Mobile Radio) sono considerati tali se:
• destinati per comunicazioni in banda cittadina (C.B.) - art. 105, comma 1, punto p) del Codice delle comunicazioni elettroniche - ex punto 8 dell'art. 334 del D.P.R. 156/73;
• PMR446 (Personal Mobile radio) installati ed utilizzati da persone fisiche, assimilati agli apparati C.B. ai sensi dell’art. 105, comma 1, punto p) del Codice delle comunicazioni
elettroniche.
Per informazioni dettagliate consiglio di consultare il seguente link al Ministero per lo Sviluppo Economico.
Una volta scelto il modello giusto, che sia economico o sofisticato a seconda dell'utilizzo che se ne vorrà fare, occorre presentare dichiarazione di utilizzo (DIA) e pagare un canone annuale (anno solare). Qualora si sia recuperato un apparecchio usato, consiglio di verificare che sia omologato per l'uso in Italia controllando la presenza della etichetta di omologazione generalmente presente sul retro dell'apparecchio.

MODULISTICA

A questo link è possibile scaricare il modulo di dichiarazione (Regione Sicilia) prescritto dall'art. 145, comma 3, per gli apparati radioelettrici per comunicazioni in banda cittadina, ad uso pubblico e privato, in base all'articolo 105, lettera 1, comma P.
L'uso, o il proseguimento d'uso, degli apparati è soggetto al pagamento, entro il 31 gennaio di ogni anno, di un contributo di 12,00 euro, indipendentemente dal numero di apparati, come indicato dall’art. 36 dell’Allegato 25 al Codice delle comunicazioni elettroniche. Qualora si decida di non proseguire l'uso degli apparati, sarà sufficiente non pagare più il suddetto contributo annuo, senza ulteriori adempimenti.
Dunque, dopo aver inviato la richiesta ed aver pagato il bollettino, non occorre attendere la lettera di Concessione, in quanto si è già in regola. Sarà sufficiente portare con sé la copia della richiesta, la ricevuta della raccomandata ed il tagliando postale comprovante il pagamento della tassa di concessione; in caso contrario, si può incorrere in una pesante multa.
Inoltre, non occorre più denunciare il possesso della ricetrasmittente presso il Commissariato di zona come, invece, era indispensabile fare in passato.
ATTENZIONE: questo redazionale ha il solo intento di proporre una semplice introduzione all'argomento. Per contro, le normative ed i link qui riportati cambiano di continuo e senza preavviso imponendoci di non assumere alcuna responsabilità sulla correttezza e sulla interpretazione degli stessi, e di consigliare di informarsi preventivamente e personalmente presso gli organi competenti.

CAMPER CLUB ENNA
Presidente: Luigi Scavuzzo
C/da Bruchito sn - 94100 ENNA
Tel. 339/7860364
email: camperclub.enna@alice.it
Torna ai contenuti